Top 5 isole più belle del mondo 2018

Inizia a sognare con le 5 isole più belle del mondo, paradisi incontaminati, acque cristalline, ogni tipo di pesce e coralli colorati, tutte le indicazioni per andare nell’Eden..

  1. 1 Isole FIJI

    isole fiji

    Fiji è una di quelle isole del Pacifico meridionale che evocano un paradiso tropicale esotico. Non ci vuole molta promozione per fare di questa una destinazione di viaggio paradisiaca se siete in luna di miele o in una vacanza in famiglia.

    BULA  significa "Ciao".
    Nelle Figi sono alcune delle persone più amichevoli che abbiamo mai incontrato. Sono molto ospitali e accoglienti. Siamo stati più volte accolti calorosamente mentre andavamo in giro per il centro di Nadi, accogliendoci alle Figi e chiedendo dove eravamo da parte di gente del posto che non cercava di venderci nulla. Può aver aiutato ad avere i bambini a rimorchio.Una nazione di molte isole.

    Non esiste un' isola reale e solitaria chiamata Figi. Circa tre quarti degli oltre 800.000 abitanti vivono nella sua più grande isola di Viti Levu. Suva, la sua capitale

    Sorprendentemente, le sue isole sono per lo più montuose con foreste pluviali oltre alle sue belle spiagge.  "Divertimento nell' isola della giungla",  acronimo delle Figi.

    Figi è stata una colonia britannica per 96 anni e ha finalmente ottenuto l' indipendenza nel 1970. Ci sono ancora resti del suo passato in tutte le isole.

    L' Union Jack è ancora presente sulla bandiera del paese con il suo stemma. Tuttavia, si è parlato di cambiare la bandiera per rispecchiare l' identità delle Figi. Immagini della regina Elisabetta II sono anche sulle sue banconote e monete.

    La parola "Fijians" si riferisce a tutti gli abitanti della catena di isole nell' Oceano Pacifico chiamata Repubblica delle Figi. Le isole divennero completamente indipendenti dalla Gran Bretagna nell' ottobre 1987. Ci sono molti gruppi etnici originari delle Isole Figi, ma molti di loro condividono alcuni tratti culturali. In questo capitolo, il termine "Figiano" si riferisce ai discendenti della popolazione originaria di questa catena di isole.

    La parola Figiana Taukei, che significa "proprietario" o "abitante originario", è ora comunemente usata per riferirsi alle Figi indigene. Questo termine e le idee alla sua base sono diventati molto importanti di recente. L' uso di questo concetto di proprietà originale della terra ha aiutato i Figiani a insistere sul fatto che essi, e non gli europei che hanno colonizzato le isole, hanno il diritto alla terra, alle sue risorse e al potere politico del paese.

    L' arcipelago delle Figi (gruppo di isole) si trova nell' Oceano Pacifico occidentale, a sud-ovest delle Hawaii. Ci sono più di 300 isole all' interno del gruppo delle Figi, le due più grandi sono Viti Levu e Vanua Levu. Queste due isole costituiscono circa l' 86 per cento del totale di 7.055 miglia quadrate (18.272 chilometri quadrati) di terra che costituisce il gruppo dell' isola. Solo circa 100 delle isole sono abitate.

    Il registro archeologico delle Figi mostra che gli esseri umani si stabilirono per la prima volta sulle isole circa 3.500 anni fa. Queste persone erano probabilmente migranti dalle vicine isole di Vanuatu e della Nuova Caledonia. Le Figi erano un crocevia del Pacifico in epoca preistorica. Le culture e le caratteristiche fisiche peculiari dei gruppi delle Figi ne sono la prova.

    I linguisti (persone che studiano le lingue) di solito si riferiscono alla lingua delle Figi come un mix di circa 300 dialetti. La maggior parte dei villaggi della catena insulare hanno il proprio dialetto. Il Figiano si basa sul dialetto parlato dal Bau. I missionari delle isole hanno scelto questo dialetto come standard per la traduzione della Bibbia. I missionari di Wesleyan svilupparono una forma scritta di Figi nel 1850. Ciò ha contribuito all' elevato livello di alfabetizzazione nelle isole. L' inglese è la lingua ufficiale del paese.

    Figi ha un grande  folklore, mitologia e storia orale. Un mito descrive la protezione dell' isola di Kadavu da parte di un Dio degli squali. Questa convinzione spiega perché gli abitanti dell' isola oggi non hanno paura degli squali che sono comuni nelle scogliere dell' isola.

    C' è anche una serie di miti che circondano la pratica delle Figi di "camminare con il fuoco". Questa pratica, in cui gli uomini camminano su pietre bianche calde senza protezione ai piedi, è diventata negli ultimi anni un evento destinato soprattutto a divertire i turisti. Tradizionalmente, tuttavia, il fuoco ai piedi era un' occasione cerimoniale.

    La stragrande maggioranza delle Figi, quasi il 90%, è metodista. Sia i missionari metodististi che cattolici hanno fondato chiese, scuole e missioni nelle Figi nel 1800. I Figiani si convertirono rapidamente alla Chiesa Metodista Wesleyan. Ciò è probabilmente dovuto all' uso delle Figi da parte dei Metodisti nei servizi e alla loro precoce traduzione della Bibbia nelle Figi.

    Le principali festività per i Figiani includono l' annuale Hibiscus Festival, una celebrazione delle cose Figiane; il compleanno della regina nel mese di giugno; Figi Day, 13 ottobre; Costituzione Day, 28 giugno; e il giorno di Natale e Boxing Day, 26 dicembre.

    Dal momento in cui riescono a capire, i bambini prendono ordini dagli uomini più anziani della famiglia, specialmente dai loro padri. Ci si aspetta rispetto e stretta obbedienza da parte dei bambini. Disciplina e punizione è compito del padre. Le madri sono più indulgenti con i loro figli.

    Nella società tradizionale delle Figi, le donne dovrebbero essere vergini al momento del matrimonio. I rapporti sessuali prematrimoniali non erano consentiti all' interno della società.

    Malattia e morte erano attribuibili agli spiriti maligni nella cultura tradizionale delle Figi. La cerimonia funebre è stata molto elaborata, soprattutto per gli uomini di status. Gruppi con i rapporti con il defunto avrebbe visitato il villaggio e rendere omaggio. Dopo la morte è stata applicata una serie di norme rigorose che sono rimaste in vigore fino a cento notti. Le mogli erano strangolate per accompagnare i loro mariti morti nel mondo degli spiriti. Si credeva che il dio Ruvuyalo avrebbe ucciso lo spirito di qualsiasi uomo che non aveva sua moglie che lo accompagnava. Questa pratica non è più seguita.

  2. 2 Isola di Santorini in Grecia

    isola di santorini grecia

    Di tutte le isole greche - e ce ne sono migliaia - Santorini è probabilmente quella di cui la maggior parte delle persone ha sentito parlare. E probabilmente anche quello che la maggior parte delle persone sognano di visitare. Santorini è dove si trovano le scogliere rosse, le spiagge nere, i mulini a vento bianchi e le cupole blu che adornano tante cartoline. Sì, questa è l'"isola da cartolina" della Grecia.

    Poiché Santorini è una destinazione così popolare (anche con navi da crociera), tuttavia, ero un po' preoccupato di visitare. Volevo così male vedere tutti quei mulini a vento, chiese e spiagge - ma non mi piaceva il pensiero di competere con orde di altri turisti per farlo.

    Per fortuna Santorini non ha deluso. E' meravigliosamente bello come le foto e le cartoline ti portano a credere - e si può facilmente evitare la folla di navi da crociera, se si tempo le cose giusto.


    Il nome ufficiale di Santorini è in realtà Thira.
    L' isola si trova nella caldera d' acqua di un massiccio vulcano che si ritiene abbia posto fine alla civiltà minoica di Creta.
    Prima che si chiamasse Santorini, l' isola era conosciuta come Kallíst, che significava "la più bella"?
    Grazie al suo passato vulcanico, Santorini ha spiagge bianche, nere e rosse.
    Nonostante il clima rigido e secco, Santorini ha una fiorente industria vinicola.
    Polpo di Oia, Santorini

    Cose da fare
    Sarebbe molto facile trovare semplicemente una terrazza con vista su Santorini e non lasciarla mai. Sorseggi vino, mangi pomodori ciliegia dolci e guarda il sole tramontare nell' Egeo ogni sera... Ma nel caso in cui si vuole effettivamente uscire e fare qualcosa, ecco alcuni suggerimenti:

    Shopping a Fira
    Fira è la capitale e principale città di Santorini. E' dove la maggior parte delle navi da crociera attraccano, e anche dove arrivano i traghetti / partenza. Ha una serie di opzioni di alloggio, e anche alcuni dei migliori negozi dell' isola. Soprattutto se siete alla ricerca di souvenir, gioielli o opere d' arte, le strade strette sulle scogliere di Fira sono dove si vuole essere.



    Visita turistica a Oia
    Da non perdere mentre a Santorini si trova il villaggio di Oia (pronunciato "ee-uh"). Qui troverete quelle scogliere rosse, mulini a vento bianchi e chiese dalle cartoline a cupola blu. Sono andato a Oia due volte in 2,5 giorni su Santorini - una volta per il tramonto, e una volta per esplorare la città nel pomeriggio. E mi sono innamorato. Oia è assolutamente sbalorditivo, e vale almeno alcune ore del vostro tempo. Si può facilmente prendere un autobus qui da Fira - e farlo nel pomeriggio in modo da catturare la luce migliore ed evitare la folla nave da crociera al tramonto.


    Oltre a visitare almeno una volta Oia, vi consiglio anche di uscire in acqua nella caldera vulcanica di Santorini. Stavo esplorando le isole greche con Intrepid Travel, e il mio gruppo (con l' aiuto del nostro tour leader) ha deciso di fare il pitch in per noleggiare una barca greca tradizionale e capitano per un paio d' ore una sera. Il capitano George ci ha portato nella caldera per nuotare, fare snorkeling, bere vino e persino coprirci di fango da una sorgente vulcanica. Questo è stato uno dei momenti salienti del mio viaggio, e suggerirei vivamente di fare qualcosa di simile se è possibile.


    Guarda il tramonto
    Il nostro noleggio barche si è concluso con la visione del tramonto di fronte a Oia. Guardare il tramonto su quest' estremità di Santorini è incredibilmente popolare. È possibile prenotare posti in crociere al tramonto, come pure, se si desidera uccidere due uccelli con una pietra. (Tuttavia, come accenno in un altro post, i tramonti da altre parti dell' isola sono altrettanto belli.)



    Spa di pesce
    Ho già sentito parlare di "bagni di pesce" - ma soprattutto in Asia. Su Santorini, però, ho visto non meno di 3 a Fira da solo. Se non avete mai sentito parlare di una spa di pesce prima d' ora, fondamentalmente vi attaccate i piedi in un po' d' acqua e hanno piccoli pesci rosicchiano tutta la pelle morta fuori. Ho convinto altre due ragazze del mio tour group ad unirmi a me in questa avventura. Nessuno di noi ha lasciato la sessione di 30 minuti convinti che i nostri piedi fossero più lisci, ma è stata comunque un' esperienza divertente e piena di ridacchiare.



    Cavalcata asino
    Molte persone (probabilmente coloro che hanno visto film ambientati in Grecia) sognano di cavalcare un asino su un ripido sentiero su un' isola greca. Se anche voi siete pronti a farlo, Santorini (e probabilmente Oia) è sicuramente il posto giusto. Sia a Fira che a Oia ci sono sentieri per asini che si affacciano sulla caldera. Non ho preso parte personalmente - e forse per alcuni forse ci sarebbero state delle preoccupazioni etiche (dopo aver percorso il sentiero dell' asino a Oia dal basso verso l' alto, mi sento veramente terribile per qualsiasi animale che debba portare un essere umano) - ma dirò che gli asini che ho visto su Santorini mi sembravano sani e ben curati, se un po' annoiati.


    Cavalcata asino
    Molte persone (probabilmente coloro che hanno visto film ambientati in Grecia) sognano di cavalcare un asino su un ripido sentiero su un' isola greca. Se anche voi siete pronti a farlo, Santorini (e probabilmente Oia) è sicuramente il posto giusto. Sia a Fira che a Oia ci sono sentieri per asini che si affacciano sulla caldera. Non ho preso parte personalmente - e forse per alcuni forse ci sarebbero state delle preoccupazioni etiche (dopo aver percorso il sentiero dell' asino a Oia dal basso verso l' alto, mi sento veramente terribile per qualsiasi animale che debba portare un essere umano) - ma dirò che gli asini che ho visto su Santorini mi sembravano sani e ben curati, se un po' annoiati.

    Andare a fare un' escursione
    Infine, se siete in vetta, è abbastanza popolare fare un' escursione lungo la caldera da Fira a Oia su Santorini. Ho optato per l' escursione perché può durare da 3 a 5 ore e offre poco o nessuna ombra, ma so che altri che l' hanno fatta e assolutamente amato. Si può anche salire al sito dell' antica Thira in cima all' isola.

    Spiagge
    Santorini è più conosciuta per i suoi graziosi villaggi, ma ha anche delle spiagge incredibili. Personalmente non ho speso molto tempo di beach-hopping, ma qui ci sono alcuni suggerimenti per voi comunque:

    Spiaggia Perissa
    Con la sabbia nera fine e l' acqua cristallina che è la perfetta tonalità di blu, Perissa potrebbe essere stata la mia spiaggia preferita in Grecia. Sì, è una spiaggia organizzata - pagherete 5 Euro per 2 lettini e un ombrellone, e ci sono ristoranti e taverne nelle vicinanze - ma la sabbia e l' acqua erano semplicemente perfetti (anche se, attenzione che la sabbia nera diventa calda al sole!).

    Altre famose spiagge di Santorini includono Kamari Beach (altra spiaggia organizzata, questa volta con ciottoli), Monolithos Beach (una spiaggia adatta ai bambini), e Red Beach (una spiaggia isolata di ciottoli rossi che richiede escursioni a piedi per raggiungere).

    Cosa rende speciale Santorini
    Sì, Santorini è turistica. E sì, Santorini può affollarsi. Ma ciò che rende Santorini davvero speciale è che è ancora in grado di soddisfare le vostre aspettative di un paradiso dell' isola greca se lo lasciate.



    DOVE SOGGIORnare - Ci sono un sacco di hotel e pensioni opzioni in tutta Santorini. Molte persone vogliono rimanere a Oia per le sue belle viste, ma si può quasi certamente trovare prezzi migliori soggiornare a Fira. Fira è anche il sito del principale porto di Santorini, quindi cerca un hotel che offra un servizio navetta da/per il porto. In questo modo si risparmia di cercare di prendere un taxi (quasi impossibile durante l' alta stagione), cramming in una funivia, o scagliando le vostre cose su 500 + passi ripidi sul sentiero dell' asino.


     Credete o no, il cibo su Santorini è in realtà conveniente - meno costoso che su Mykonos, infatti! Alcune specialità Santorini includono pomodori ciliegia e melanzane bianche, insieme a frutti di mare freschi. Per la prima colazione, check out Crepes Angolo Corner e Waffles (vicino Pension Petros a Fira) per crepes deliziose, cialde e succo d' arancia fresco. Se vi dirigete verso Oia e volete un pasto con vista, visitate Seagull per insalate fresche e frutti di mare - e una vista killer del Mar Egeo e una di quelle chiese a cupola blu. Se è economico che stai cercando, vai per i giroscopi a Nick's nella piazza principale di Fira.

    Santorini ha un sistema di autobus abbastanza decente che vi porterà da/a Fira e Oia e anche alle spiagge più popolari. Frequenza degli autobus dipende dalla stagione e dove si sta andando, quindi basta fermarsi alla stazione degli autobus per prendere un orario (che hanno sempre avuto loro a Fira) prima di pianificare le vostre uscite. I biglietti autobus costano 1,60-2,20 Euro. È anche possibile noleggiare auto su Santorini, anche se noleggiare ATV (quad bikes) è probabilmente più popolare. Vi avverto però che le strade di Santorini possono essere tortuose, strette e terrificanti.

  3. 3 Isola filippina di Palawan

    isola filippina di palawan

    L' isola filippina di Palawan non è a corto di ammiratori. C' è Jacques Cousteau, oceanografo francese, che ha descritto l' isola poco conosciuta come il luogo più bello che abbia mai esplorato. Poi c' è Alex Garland, l' autore che si è ispirato alle spiagge  di palme di Palawan, alle lagune nascoste e alle barriere coralline e lo ha trasformato in un romanzo The Beach, che è stato poi trasformato in un film con Leonardo DiCaprio.

    Ora i media di tutto il mondo ne stanno prendendo atto. Per due anni consecutivi, Palawan è stato premiato come la migliore isola sulla Terra dai lettori di Travel + Leisure, una delle riviste di viaggio più influenti d' America - ed è stato scelto come sfondo di film hollywoodiani tra cui The World is Not Enough e The Bourne Legacy. Non c' è da stupirsi: ci sono spiagge di sabbia bianca, cieli azzurri e mare e una vita marina variegata.

    Ha tutte le caratteristiche di un paradiso, ma probabilmente lo stesso vale per le Maldive, le Seychelles e Mauritius. Che cosa rende Palawan diverso da altri idilliaci identikit tropicali? E' un paradiso con personalità. Palawan rimane relativamente incontaminata e, fortunatamente, orde di turisti in stile thailandese non sono ancora discese. Qui si può ancora avere un' intera isola tutta da soli, e dove i cieli serali sono così chiari che si ammirano le costellazioni.

    Dall' elegante e lussuoso all' accogliente e tranquillo, c' è un resort per tutti in questo idilliaco arcipelago. Ma se dovete assolutamente avere la sistemazione migliore, allora la scelta è facile: è Amanpulo. Arrivare qui è come essere James Bond: si sbarca verso il resort, che si affaccia sul mare di Sulu .


    Qui la natura è protagonista, si vedono iguane vagare liberamente l' isola. È normale vedere la macchia blu-grigia di Tabon, il piccione imperiale  e il drongo striato con gli occhi di cremisi che scorre da un ramo d' albero all' altro. Poi, naturalmente, ci sono le secolari tartarughe marine verdi che nuotano tranquillamente attraverso il mare vicino alla riva.
    Meritano una visita anche:

    Boracay

    Questo piccolo gioiello è la spiaggia di Manileno e, accanto a Palawan, la principale attrazione turistica del paese. L' attrazione principale è White Beach, una distesa di sabbia morbida di tre miglia che si affaccia su un oceano punteggiato di romantici paraws, o di barche a vela. Dopo i tramonti perfetti  musica dal vivo. La vita sull' isola è una grande festa ma rispetto a Koh Samui, è relativamente rilassata.

    El Nido è spesso sotto i riflettori, ma il vicino comune di Coron a Palawan ha spiaggie di sabbia bianca di grande suggestione e scogliere calcaree vulcaniche che scavalcano le lagune. Le foto che vedete sulle cartoline delle scogliere che racchiudono le lagune gemelle sono in realtà di Coron e non di El Nido.

    Fermatevi a Kayangan Lake, il lago più pulito del paese, circondato da enormi formazioni rocciose di granito; Twin Lagoons, dove l' accesso alla seconda laguna avviene attraverso una piccola fessura sotto una roccia; Maquinit Hot Spring, una delle poche sorgenti termali di acqua salata del mondo; il sito di snorkeling Siete Pecados; e Coron Town. Soggiornate al Club Paradise, un' isola-ristorante circondata da uno scenario carsico calcareo e dalla giungla tropicale.

    Cebu

    Questa lunga e stretta isola si trova nel cuore delle isole Visayan e svolge un ruolo centrale nell' economia della regione. Non sorprende quindi che sia facile da raggiungere, con decine di voli domestici giornalieri da Manila e diversi voli da hub asiatici che volano direttamente nella capitale, Cebu City. A pochi passi dalla costa si trovano numerosi hotel di lusso a conduzione familiare. Le spiagge qui sono piuttosto travolgenti, quindi meglio noleggiare una barca per portarvi verso le isole nello Stretto di Bohol, dove sabbia bianca polvere e alberi di cocco decorare le spiagge. Se vi sentite avventurosi, viaggiate quattro ore in auto fino al porto di Maya, dove piccole barche effettuano il viaggio di 10 minuti per l' isola di Malapascua, che abbonda di bellissime baie sabbiose, tra cui il bianco abbagliante Bounty Beach e, per i subacquei, squali volpe.


  4. 4 Isola di Bora Bora

    isola di bora bora

    L' isola di Bora Bora Bora è situata al centro dell' oceano Pacifico meridionale,si trova a un' ora di volo dalle isole di Tahiti e Moorea, ed è fondamentalmente un' isola nella parte occidentale delle Isole della Società.


    Bora Bora è meravigliosa e un luogo perfetto per la vostra vacanza romantica ed è anche conosciuta come la perla del Pacifico, l' isola romantica.

    In questo luogo incredibile potrete vivere immersioni subacquee, pesca, scoperta della barriera corallina, escursioni romantiche e molto altro ancora. Essendo un' isola bisogna pensare che ci sarebbero alcune specie "diverse dagli esseri umani", ma non ci sono serpenti velenosi o insetti nella Polinesia Francese così si può veramente stare in paradiso.


    ORIGINE E STORIA DELL' ISOLA DI BORA BORA BORA

    L' isola di Bora Bora Bora si è formata circa 4 milioni di anni fa dopo le eruzioni dei vulcani dal fondo marino e il vulcano è affondato di nuovo nell' Oceano Pacifico per segnare l' antica costa. Il nucleo vulcanico che ancora oggi rimane sull' isola principale di Bora Bora sta affondando ad una velocità di un centimetro per secolo. Ci vorranno circa 25 milioni di anni prima che l' isola principale di Bora Bora affondare completamente nell' oceano, lasciando solo un atollo di corallo. Oggi, l' isola di Bora Bora Bora è un' isola montuosa con tre cime, Monte Otemanu  il più alto a 2.379 piedi (725 metri). Spesso rivestiti di nuvole bianche, questi monumenti naturali assumono caratteristiche misteriose che ricordano l' antico passato mitico di Bora Bora.

    Venendo alla storia dell' isola di Bora Bora Bora che iniziò nel 1722, quando fu scoperta per la prima volta, I Tongan furono i primi coloni dell' isola. Il suo nome antico di Vava' u suggerisce che i Tongani hanno giocato una parte importante della storia dell' isola di Bora Bora . Nel 1842, l' isola di Bora Bora divenne un territorio politico dipendente della Francia; inoltre, il nome attuale dell' isola era Pora Pora o "primogenito" non c' è "B" in lingua tahitiana.

    La seconda guerra mondiale ha avuto un ruolo significativo anche nella storia dell' isola di Bora Bora. L' attacco a Pearl Harbor da parte del Giappone costrinse gli Stati Uniti ad unirsi alla seconda guerra mondiale. Gli Stati Uniti hanno quindi deciso di costituire una base a Bora Bora. Dopo la guerra, quando la base si chiuse ufficialmente il 2 giugno 1946, molti dipendenti americani si rifiutarono di andarsene. Coloro che sono rimasti sono stati allontanati con la forza. L' aeroporto della seconda guerra mondiale, utilizzato all' epoca dalle forze statunitensi, fu l' unico aeroporto internazionale della Polinesia francese fino all' apertura dell' aeroporto internazionale di Faa a Tahiti nel 1962.

    Un' altra cosa che deve essere inserita nella storia di  è l' Hotel Bora Bora, il primo hotel a costruire i bungalow sopra l' acqua  trent' anni fa. Ma al giorno d' oggi, molti resort sono disponibili su questa isola dove si può soggiornare e godersi le  vacanze.

    La reputazione mondiale dell' isola di Bora Bora è stata costruita da molti artisti, scrittori e navigatori. L' autore americano Herman Melville disegnò due storie di vita polinesiana nel 1846 e nel 1847. Negli anni' 90 del 1890, il celebre artista francese Paul Gaugin compose un libro illustrato intitolato Noa Noa, che parlava dell' antica cultura polinesiana. Ha raccontato la storia dell' Areori che risiedevano su Bora Bora  e della prima creazione miracolosa del dio Noa o "fragranza". Anche Broadway e Hollywood hanno trovato ispirazione a Bora Bora Bora. La storia della guerra dell' isola ha ispirato il romantico musical e film di Broadway South Pacific, e De Laurentis ha girato qui il suo film Hurricane del 1979.

  5. 5 Isole Maldive

    isole maldive

    Questa potrebbe essere la destinazione perfetta per la vostra luna di miele. L' isola affascina gli amanti della luna di miele di tutto il mondo, anche le star di Hollywood. Spiagge incontaminate, lagune cristalline, spiagge sabbiose...  le Maldive sono state recentemente premiate dal World Travel Awards come la destinazione più romantica del mondo. Potrete godervi il vostro bungalow privato, con pavimento in vetro sopra l' acqua turchese e una cena a lume di candela sulla spiaggia... suona come la ricetta perfetta per la vostra romantica luna di miele alle Maldive. Le Maldive è il luogo perfetto per venire a rilassarsi, sorseggiare cocktail, nuotare in acque cristalline e godersi la compagnia della persona amata.

    Le Maldive sono un arcipelago di 1.190 isole coralline raggruppate in 26 atolli corallini (200 isole abitate, più 80 isole con località turistiche) che si trovano a un metro sopra il livello del mare nell' Oceano Indiano. Il riscaldamento globale è un pericolo enorme per la bellezza di questo paesaggio.

    Regioni
    Le Maldive sono formate da 26 atolli, o atholhu in Dhivehi . Non si tratta di isole singole, ma di gigantesche formazioni coralline ad anello larghe centinaia di chilometri che si sono frammentate in innumerevoli isole.

    Dei 20 gruppi di atolli amministrativi, solo alcune parti di 10 sono aperte al turismo e da nord a sud:

    Lhaviyani (Miladhunmadulu Uthuruburi)

    Raa (Maalhosmadulu Uthuruburi)

    Baa (Maalhosmadulu Dhekunuburi)

    Kaafu (Atollo Malè nord e sud) - sito della capitale Malè e l' aeroporto, patria della maggior parte delle località maldiviane

    Alifu (Ari) - a ovest di Kaafu, il secondo gruppo più popolare

    Vaavu (Felidhu)

    Meemu (Mulak)

    Faafu (Nilandhe Atholhu Uthuruburi)

    Dhaalu (Nilandhe Atholhu Dhekunuburi)

    Seenu (Addu) - l' atollo più meridionale, il secondo più grande della popolazione e sito dell' aeroporto internazionale di Gan

    Gli altri atolli sono Gaafu Alifu, Gaafu Dhaalu, Gnaviyani, Haa Alifu, Haa Dhaalu, Laamu, Nyavinani, Seenu, Shaviyani e Thaa.

    Città
    Malè- La capitale e la città più grande

    Hithadhoo - Seconda città più grande e patria di breve durata del movimento secessionista Suvadive


    Storia delle Maldive
    Precedentemente un sultanato protetto in olandese e inglese, le Maldive sono ora una repubblica. Da tempo governato con un pugno di ferro da Maumoon Abdul Gayoom, che non ha esitato a imprigionare i dissidenti e fu rieletto cinque volte in elezioni più o meno truccate, la resistenza al suo governo culminò in violente rivolte nel 2003 e 2004. Molto a sorpresa di tutti, nel 2008 si sono infine tenute elezioni libere e giuste, e Gayoom ha graziosamente concesso la sconfitta al leader dell' opposizione Mohamed "Anni" Nasheed.

    Lo tsunami del 26 dicembre 2004 ha causato ingenti danni alle Maldive: su una popolazione di appena 290.000 abitanti, oltre un terzo è stato direttamente colpito dallo tsunami e più di 29.000 persone sono rimaste senza tetto. Il solo danno economico è stato superiore al 62% del PIL, pari a 470 milioni di dollari USA.

    Alcune isole, tra cui l' atollo thailandese Vilufushi, hanno sentito il peso dell' onda e i residenti dell' isola vivono ora in rifugi temporanei sull' isola di Buruni nello stesso atollo. Più di un anno dopo, ci sono più di 11.000 persone in rifugi temporanei in tutto il paese. E' stato uno shock brutale per il piccolo Stato insulare, così vulnerabile ai disastri ambientali e al riscaldamento globale.

    Economia
    Il turismo, la più grande industria delle Maldive, rappresenta il 20% del PIL e oltre il 60% delle entrate in valuta estera delle Maldive. Oltre il 90% del gettito fiscale pubblico proviene dai dazi all' importazione e dalle imposte sul turismo. La pesca è un secondo settore di punta. Il governo maldiviano ha avviato un programma di riforme economiche nel 1989, inizialmente abolendo le quote di importazione e aprendo alcune esportazioni al settore privato. Successivamente, ha liberalizzato le normative per consentire maggiori investimenti esteri. L' agricoltura e la produzione continuano a svolgere un ruolo secondario nell' economia, limitata dalla disponibilità di terreni coltivabili e dalla carenza di manodopera domestica. La maggior parte degli alimenti di base devono essere importati. L' industria, che consiste principalmente nella produzione di indumenti, nella costruzione di imbarcazioni e nell' artigianato, rappresenta circa il 18% del PIL. Le autorità maldiviane sono preoccupate per l' impatto dell' erosione e del possibile riscaldamento globale sul loro paese ; l' 80% dell' area si trova a un metro o meno di altezza dal livello del mare.

    Cultura
    I Maldiviani sono quasi interamente musulmani sunniti, e la cultura locale è una miscela di influenze indiane del sud, cingalesi e arabe. Mentre l' alcol, la carne di maiale, i cani e l' osservanza pubblica delle religioni non musulmane sono vietati sulle isole abitate, le isole resort sono autorizzate.

    Si noti che il fine settimana alle Maldive va da venerdì a sabato, durante il quale banche, uffici governativi e molti negozi sono chiusi. Non noterete questo nei resort però, tranne che le ore di pranzo possono essere spostate per le preghiere del venerdì.

    Clima
    Le Maldive sono tropicali, con abbondanza di sole e temperature intorno ai 30°C durante tutto l' anno. Tuttavia, le precipitazioni piovose aumentano considerevolmente durante il periodo aprile-ottobre del monsone sudoccidentale, in particolare da giugno ad agosto.

    Arrivare alle Maldive
    Le Maldive hanno una politica molto semplice in materia di visti: tutti ottengono un visto gratuito di 30 giorni all' arrivo, a condizione che dispongano di un documento di viaggio valido, un biglietto d' ingresso e la prova di fondi sufficienti, definiti come una prenotazione confermata in qualsiasi località o 100 dollari + 50 dollari al giorno in contanti. Questo può essere esteso fino a 90 giorni a Malè, ma è necessario indicare dove si sta soggiornando per quel lungo periodo. Per ulteriori informazioni, consultare il sito web del Dipartimento per l' immigrazione e l' emigrazione.

    L' importazione nelle Maldive di alcolici, maiali o pornografia (molto definita in senso lato) è vietata e tutti i bagagli sono passati ai raggi X all' arrivo. All' uscita, si noti che è vietato esportare sabbia o conchiglie.

    In aereo
    Praticamente tutti i visitatori arrivano all' aeroporto internazionale di Malé (IATA: MLE, ICAO: VRMM), situato sull' isola di Hulhulé, vicino alla capitale . L' aeroporto è servito da una vasta gamma di voli per l' India, Sri Lanka, Dubai e i principali aeroporti nel sud-est asiatico, così come un numero crescente di charter dall' Europa. Molti voli si fermano a Colombo (Sri Lanka) sulla strada.

    Gan Aeroporto (IATA: GAN, ICAO: VRMG), sull' atollo sud di Addu, serve anche un volo internazionale per Milano più volte alla settimana.

    Le tasse di partenza sono incluse nel biglietto.

    In barca
    Non ci sono barche passeggeri regolari per le Maldive, navigare intorno alle scogliere è pericoloso e i permessi sono costosi.

    Andare in giro
    Muoversi nelle Maldive solo in tre forme: barche, aerei marittimi (taxi d' aria) e yacht privati. Le barche sono l' equivalente maldiviano di una macchina, mentre gli aerei e gli yacht privati sono riservati principalmente ai turisti.

    Air taxi e barche preferiscono non operare di notte. Trasferimenti privati, anche se costosi possono essere scelti per i trasferimenti resort, invece di passare tutta la notte a Male. I trasferimenti privati potrebbero costare da 500 a 800 USD. Sulla via del ritorno, ci può essere anche un divario significativo tra il momento in cui il trasferimento arriva e la partenza del volo. Contattare il resort o l' agenzia di viaggio.


    In aereo
    Nessun punto delle Maldive si trova a più di 45 minuti in aereo da Male, e i visitatori delle località più lontane utilizzano i servizi di air taxi. Ci sono due operatori principali: Maldivian Air Taxi, con aerei rossi e bianchi, e Trans Maldivian Airways, con aerei gialli e blu. I servizi sono in gran parte identici, con entrambi i velivoli DHC-6 Twin Otter che trasportano circa 10 passeggeri.

    I servizi di linea tra le isole sono forniti da Island Aviation, che vola da Malè a Gan, Hanimaadhoo, Kaadeddhoo e Kaddhoo. Sono richiesti permessi di viaggio.

    In barca
    Le barche taxi generalmente portano i turisti da e per le isole del nord e del sud. Sono disponibili in tutte le diverse forme e dimensioni a seconda della qualità del resort in cui soggiorni .

    Lingua maldiviana
    Maldivian Dhivehi, un parente stretto del cingalese (parlato in Sri Lanka) ma con influenze da hindi, arabo e molte altre lingue, è la lingua ufficiale. E' scritto in un ibrido chiamato Thaana, che usa numeri arabi e indicatori come base dell' alfabeto, scritto da destra a sinistra con segni di vocale araba. Si pensa che abbia avuto origine come codice segreto per scrivere formule magiche in modo che gli estranei non possano leggerle, il che spiegherebbe anche perché l' ordine dell' alfabeto è, per quanto i linguisti possano dirlo, completamente casuale!

    L' inglese è ampiamente parlato, in particolare dai funzionari governativi e da coloro che lavorano nel settore turistico.

    Gli atolli sono tutti barriere coralline a centinaia di chilometri di distanza da qualsiasi importante area, il che significa che la limpidezza dell' acqua è eccellente e la vita subacquea è abbondante.

    Mentre le immersioni subacquee sono molto buone rispetto agli standard mondiali anche nelle immediate vicinanze di Malè, la visibilità e la possibilità di incontrare grandi pelagici aumenta man mano che ci si dirige verso gli atolli esterni. Le correnti d' acqua variano notevolmente, con generalmente poco all' interno degli atolli. L' acqua nelle Maldive è calda durante tutto l' anno . Le camere di decompressione si trovano su Bandos a Kaafu (15 min da Male) e a Kuramathi su Alifu.

    Il rovescio della medaglia per le immersioni nelle Maldive è che è abbastanza costoso per gli standard asiatici. I prezzi variano notevolmente da un resort all' altro, con località specializzate in immersioni che offrono prezzi migliori, ma in generale,dai 50 dollari USA per un' immersione in una singola barca con il proprio equipaggiamento e più vicino a 75 dollari USA senza. Attenzione ai supplementi: si può essere addebitati extra per l' uso in barca, immersioni guidate.

    Comprare
    La valuta locale è la rufiyaa maldiviana (MVR, Rf.), divisa in 100 laari. La maggior parte degli hotel hanno un negozio, ma questo è limitato alle immersioni subacquee e cose essenziali (crema solare,  macchine fotografiche usa e getta, ecc.) Alcune escursioni  turistiche vi porteranno alle isole locali dove ci sono cose di tipo artigianale da comprare.

    Costi
    Le Maldive sono costose, e di fatto non c' è nessun alloggio o trasporto economico. I resort hanno un monopolio sui servizi per i loro ospiti: per i resort di fascia media, $ 1000 a settimana per coppia è un budget conservativo per i pasti, bevande ed escursioni, al di là del costo dei voli e alloggio. Praticamente qualsiasi cosa - incluse le camere d' albergo se prenotate localmente - viene colpita con un arbitrario 10% di "servizio a pagamento".

    Mangiare
    Tutti i resort hanno almeno un ristorante,  generalmente servono il tipo di cucina attesa dai loro ospiti. (ovvero asiatico moderno europeo o asiatico generico). La prima colazione è quasi sempre inclusa, e la maggior parte dei resort offrono l' opzione di mezza pensione, che significa che si ottiene una cena a buffet, e pensione completa, un pranzo e cena a buffet.

    L' unico altro posto dove trovare cibo è Malè. Questo si presenta in due forme. O piccoli ristoranti rivolti ai turisti (di cui ci sono un paio di graziosi ristoranti thailandesi), che sono spesso costosi, o piccoli caffè chiamati Hotaa, che vendono cibo locale maldiviano a prezzi bassi come Rf. 20 per un pasto completo.

    Cucina maldiviana
    Il cibo maldiviano ruota in gran parte intorno al pesce, in particolare il tonno (kandu mas) e attinge pesantemente alla tradizione dello Sri Lanka e dell' India meridionale, in particolare del Kerala. I piatti sono spesso caldi, speziati e aromatizzati con cocco, ma usano pochissime verdure. Un pasto tradizionale è composto da riso, un brodo di pesce chiaro chiamato garudhiya e contorni di peperoncino e cipolle. I curry conosciuti come riha sono  popolari e il riso è spesso integrato con roshi, pane azzimo simile al roti indiano e papadhu, la versione maldiviana dei papadadum indiani croccanti. Alcuni altri piatti comuni includono:

    mas huni - pesce affumicato triturato con noci di cocco e cipolle grattugiate, la colazione maldiviana più comune

    fihunu mas - barbequed fish imbevuto di peperoncino

    bambukeylu hiti - curry  di frutta e pane

    Gli snack chiamati hedhikaa, quasi sempre a base di pesce e fritti , si possono trovare in qualsiasi ristorante maldiviano.

    bajiya - pasticceria ripiena di pesce, cocco e cipolle

    gulha - palle di pasticceria ripiene di pesce affumicato

    keemia - panini di pesce fritti

    kulhi borkibaa - torta di pesce piccante

    masroshi - mas huni avvolto nel pane roshi e cotto al forno

    mas - pesce fritto con peperoncino e aglio

    Bere
    Poiché le Maldive sono  musulmane, l' alcol è vietato per la popolazione locale. Tuttavia, quasi tutti i resort sono autorizzati a servirlo.

    I maldiviani in genere non bevono alcol, anche se questo è meno vero per le giovani generazioni. Tuttavia, sono insoddisfatti di essere filmati o fotografati mentre bevono.

    L' acqua del rubinetto nelle località turistiche può essere potabile o meno - controllare con la gestione. L' acqua in bottiglia ha un prezzo esorbitante.

    Dormire
    A parte la capitale Malè, non ci sono alberghi nelle Maldive, ma solo resort. La maggior parte dei resort utilizzano la propria isola (1500x1500m a 250x250m), il che significa che il rapporto spiaggia/ospiti deve essere uno dei migliori al mondo ed è difficile immaginare che si debba mai lottare per trovare il proprio pezzo di spiaggia privata su cui rilassarsi. Molti hanno una politica "senza scarpe" e con tali sabbie morbide è facile amare questa idea.


    Villaggi di immersione, progettati principalmente per i subacquei. Pensato espressamente per le persone che vogliono trascorrere la maggior parte del loro tempo sott' acqua, le strutture sulla terraferma sono limitate, ma la barriera corallina è di solito eccellente. Spesso si trova nelle parti più lontane dell' arcipelago.

    Villaggi turistici, pensati principalmente per famiglie. Questi sono grandi e hanno un' offerta completa di servizi (ristoranti multipli, centri diurni, ecc.), ma non hanno un lusso eccessivo e meno privacy. La maggior parte di questi sono situati su Kaafu, con facile accesso da Malè.

    Resort di lusso, progettati principalmente per lune di miele e jet set. Il posto giusto per  cibo gourmet e un televisore al plasma in una villa sopra l' acqua raggiungibile solo con la barca.
    Un classico maldiviano è il bungalow d' acqua, costruito su palafitte direttamente sopra una laguna. Mentre questi sembrano favolosi , hanno i loro lati negativi:

    Di solito sono progettati  insieme (spesso condividendo un muro), il che significa poca privacy.

    Soprattutto a bassa marea, il livello dell' acqua può essere troppo basso per permettere il nuoto o lo snorkeling.


    Molte località, in particolare quelle più piccole orientate all' immersione, si rivolgono in gran parte ad un' unica nazionalità, portando a località turistiche "italiane","olandesi","tedesche", ecc. Mentre quasi tutti accolgono qualsiasi nazionalità e hanno a portata di mano del personale anglofono, si può essere tagliati fuori da qualsiasi intrattenimento serale.

    Imparare
    Le uniche scuole serie sono a Male e molti bambini viaggiano qui ogni giorno. Ci sono alcune scuole di villaggio sulle isole periferiche.

    Non ci sono università e questo sta cominciando a causare problemi, dato che sempre più giovani generazioni vogliono allontanarsi e studiare.

    Lavoro
    Ottenere un lavoro nelle Maldive può essere difficile. Generalmente i resort assumono un mix di personale locale e internazionale.C' è un buon mix di lavori, ma molti dei ruoli sono subacquei (divemaster, istruttori, fotografi ecc.)



Leave A Reply

Your email address will not be published.